CDR Italia - Radiatori, scambiatori di calore e FAP 1

Sanificatore d’aria - AriaMedica 50

Con AriaMedica 50 hai la sicurezza di quello che respiri allontani virus, batteri, allergeni e inquinanti!

La casa è il tuo nido di benessere, lo spazio intimo in cui puoi sentirti al sicuro, tenendo fuori dalla porta tutto ciò che non desideri. La tua casa è il posto in cui ritrovarti e rigenerarti. Ti diamo una buona notizia: è davvero così, in casa puoi godere di tutta quella sicurezza, salubrità e tranquillità che non sempre fuori puoi trovare. E i dispositivi di sanificazione AriaMedica 50 sono la tua risorsa efficace ed efficiente per respirare a pieni polmoni, persino in quei momenti in cui anche un respiro può fare paura. I sanitizzatori indoor AriaMedica 50 con il loro cuore di alta tecnologia al Plasma abbattono gli inquinanti dall’aria e dalle superfici dei tuoi spazi: virus, batteri, muffe e contaminanti volatili (VOC) emessi da colle, vernici, arredi, materiali da costruzione, elettrodomestici. O prodotti da gesti quotidiani come cucinare e pulire: fumi di cottura e sostanze detergenti rilasciano nell’ambiente particelle dannose per la salute.

Anche se non ne siamo consapevoli, l’aria degli spazi chiusi è spesso molto più inquinata di quella all’esterno, perchè gli inquinanti sono più concentrati e in meno spazio. Aprire le finestre è un aiuto importante ma a volte può portare all’interno ulteriori inquinanti come il particolato prodotto dai gas di scarico delle automobili.

ICR Ionizzazione Catalitica Radiante ION PLASMA

ARIAMEDICA

ARIAMEDICA è un dispositivo per la salubrità dell’aria, degli ambienti e delle superfici circostanti.

Il dispositivo è amovibile ma è provvisto anche di specifici fissaggi che ne consentono l’apposizione a parete, riducendo al minimo gli ingombri ed ottenendo un impatto estetico minimale.

Le forme sono affusolate e lineari che ben si adattano a tutti gli stili indoor.

FOTOCATALIZZAZIONE

ARIAMEDICA è dotato di una potente ventola tangenziale capace di garantire un ricircolo orario di circa 400 m3/h.Utilizza una tecnologia ICR (Ionizzazione Catalitica Radiante), ovvero ossidazione fotocatalitica

Il processo Fotocatalitico riproduce ciò che avviene in natura ossia una reazione fotochimica, che permette di distruggere sostanze inquinanti, in particolare, batteri, virus, muffe, allergeni ed odori con un principio naturale attivo.

La fotocatalisi è un proceso che grazie all’azione combinata dei Raggi UVdel sole, dell’umidità presente nell’aria e di altri metalli nobili presenti in natura genera ioni ossidantiin grado di distruggere la maggior parte delle sostanze inquinanti e tossiche. A tale azione combinata a più fattori viene ulteriormente aggiunta l’azione disinfettante e disinfestante dell’ Ozono.

PROCESSO DI FUNZIONAMENTO FOTOCATALIZZAZIONE

Il flusso d’ Aria veicolato dalla ventola tangenziale, entra all’interno della camera rivestita di biossido di titanio e irradiata dalla lampada UV.

La radiazione ultravioletta investe una struttura catalizzatrice costituita da una lega metallica con matrice a nido d’ape, composta principalmente da Biossido di Titanio e altri metalli nobili. L’aria presente al suo interno, generando una reazione fotochimica di ossidazione; viene così prodotto perossido d’idrogeno (H O2 ) in forma gassosa e due molecole altamente reattive (i radicali ossidrili OH e i radicali idroperossilici HO ). 22

Il flusso di aria carico di umidità, veicolato dal sistema di ventilazione, attraversa il modulo composto dalla lega metallica;

Una reazione fotochimica di ossidazione si avvia grazie all’azione della lampada UV ad alta intensità (254mn hv UVX), producendo radicali ossidrili, OH e perossido di Idrogeno, H 2 O2 ;

Decomposizione batteri e agenti inquinanti tramite reazione di ossidazione e inattivazione di virus aumentando il livello di Ossigeno.

IONIZZAZIONE

Il principio di funzionamento di uno ionizzatore d’aria si basa sul caricare di atomi dei gas con una corrente elevata.

Gli ioni negativi emessi dall’apparecchio impediscono la dispersione delle particelle contenute nell’aria che si caricano elettrostaticamente.

Gli ioni che perdono un elettrone sono negativi e sono chiamati anche anioni.

La scarica effetto corona, principio base della ionizzazione, si verifica in presenza di campi elettrici ad alta intensità generati da fenomeni naturali come temporali o fulmini.

La scarica riprodotta data dall’ effetto corona è un modo efficace per generare ioni negativi applicando una tensione negativa elevata ad un conduttore.

SCARICA LA BROCHURE

Call Now Button
Apri WhatsApp
💬 Ciao, hai bisogno di informazioni?
👋 Ciao, hai bisogno di informazioni?